A fundraising campaign by
KARIN SCHENA
#karinisrunning
#karinisrunning

Una donna a 35 anni è nel pieno della sua bellezza: ha costruito tanto ma ha ancora un mondo davanti a sé. Ha perso la spensieratezza dei suoi vent’anni ma ha acquisito la consapevolezza di stare nel mondo. Una donna a 35 anni dovrebbe solo sognare e fare progetti e invece…Maggio 2017: il mio mese del prima e del dopo. Avevo sentito un piccolo nodulo al seno destro: ricordo di aver immediatamente capito che non si trattava di niente di bello. La faccia del radiologo mi era subito parsa emblematica: il suo bel sorriso si era trasformato in un secondo in un’espressione contrita. Ecco, in quel preciso istante ho pensato: “è finita”. Ricordo esattamente i pensieri che ho fatto: avevo vissuto troppo poco per ritrovarmi di fronte a una sentenza del genere ma non potevo neppure negare di aver avuto una vita fighissima fino a quel momento. Avevo viaggiato tantissimo, avevo conosciuto culture lontane, avevo fatto sempre tutto quello che volevo fare e avevo raggiunto tutti gli obiettivi che mi e

Una donna a 35 anni è nel pieno della sua bellezza: ha costruito tanto ma ha ancora un mondo davanti a sé. Ha perso la spensieratezza dei suoi vent’anni ma ha acquisito la consapevolezza di stare nel mondo. Una donna a 35 anni dovrebbe solo sognare e fare progetti e invece…Maggio 2017: il mio mese del prima e del dopo. Avevo sentito un piccolo nodulo al seno destro: ricordo di aver immediatamente capito che non si trattava di niente di bello. La faccia del radiologo mi era subito parsa emblematica: il suo bel sorriso si era trasformato in un secondo in un’espressione contrita. Ecco, in quel preciso istante ho pensato: “è finita”. Ricordo esattamente i pensieri che ho fatto: avevo vissuto troppo poco per ritrovarmi di fronte a una sentenza del genere ma non potevo neppure negare di aver avuto una vita fighissima fino a quel momento. Avevo viaggiato tantissimo, avevo conosciuto culture lontane, avevo fatto sempre tutto quello che volevo fare e avevo raggiunto tutti gli obiettivi che mi ero prefissata. E poi avevo conosciuto l’amore, quello vero, quello che ti salva. Effettivamente non potevo lamentarmi. Ma un tumore…a 35 anni no! La cosa più difficile di tutta la faccenda era pensare di dirlo ai miei genitori che vivono a distanza: come poter chiamare mamma e papà e dire loro che hai un tumore? Arriva giugno e, dopo una serie infinita di esami molto antipatici, mi sottopongo alla mastectomia. È una operazione dolorosa ma al mio fianco ci sono il mio fantastico fidanzato Andre e la mia famiglia oltre a un Angelo Chirurgo, Fabio, che mi accompagnerà in tutta questa avventura. Un mese dopo inizia la chemio: 12 pesanti tappe di un cammino in salita che mi hanno insegnato moltissimo di me e della vita. La chemio è spietata: è un mare nero che, oltre a scorrerti nelle vene, ti spoglia di tutte le tue sicurezze. Impari a conoscerti, ad amarti ma soprattutto a capire cosa conta davvero nella vita. Affrontiamo il nostro quotidiano affliggendoci per quello che non abbiamo mentre ciò a cui dovremmo pensare è che la cosa più preziosa che abbiamo è la vita stessa. Attraverso la chemio ho capito l’importanza dell’amore e dell’empatia umana. Ho imparato che le cose che non funzionano vanno affrontate e che i rami secchi vanno tagliati. Ho imparato soprattutto a volere una vita diversa per me: una vita piena di cose che mi fanno stare bene e di persone che amo e che sposano i miei stessi principi. La vita dopo il tumore è una vita completamente diversa e, credetemi, è una vita molto più bella di quanto chiunque potrebbe mai immaginare. Questa nuova vita mi ha regalato oggi la possibilità di mettermi in gioco: mi preparerò assieme al mio Dream Team delle Pink Ambassador di Varese per correre una mezza maratona. Inizierò a correre prima di tutto per me e per la mia salute e poi per tutte le donne che in questo momento stanno combattendo contro un tumore femminile. A loro va il mio pensiero e la mia energia perché possano lottare come ho fatto io e un giorno diventare assieme a me delle splendide stelle danzanti e testimonial del Rosa. Per me, Per loro, Per il futuro di tutte le donne. Donate oggi e sempre perché la Ricerca ci salva la vita. #karinisrunning

A 35-years-old woman is at her most beautiful: she has built a lot but she has still a long way ahead. At that age a woman should just dream and make projects, but….May 2017: the moment that completely changed my life. I had the impression of having a nodule at my right breast: I remember I was immediately wondering there was something wrong. During a check-up the Radiologist smile dramatically changed into a terrifying face - I thought “ ok, it’s over!”. My life was too short to find myself in front of a so bad sentence. But at the same time I couldn’t deny I also had a super life so far. I travelled a lot, I got to know different cultures and I had achieved the goals I had in mind. Last but not least, I had found the real Love, the Love that saves you. But living a cancer at 35…it’s really too much! In June I had a mastectomy and a month later I started my marathon of 12 chemos. Chemoterapy is merciless: it’s a black sea that eats your veins and your certainties. It helps to know you better, you learn to love yourself and you understand what matters in life. We spend a lot of time thinking on what we are missing and not on what we have: our lives! Through the chemos I have learnt the importance of love and of human empathy. I have learnt that things that do not work, need to be changed. I have learnt to give up with stupid stuff and to concentrate on nice things and people that make me feel Happy! Life after cancer is completely different and believe me: it’s more beautiful than ever! This second life chance gave me the opportunity today to become a Pink Ambassador and to be trained together with other wonderful and special women to a Half Marathon. The meaning of this is to show to women that are now fighting against a feminine cancer that a future is possible and sometimes it can be even more beautiful. I will run for myself to honor my previous marathon against the cancer. I will run for every woman that fights against the breast cancer. Because the future of every woman is important! Please help me to support my run through a donation to this link: you will help the Research to find innovative therapies against feminine cancers. Run with me! #karinisrunning

 

 

    € 21

    Erika Scussel

    11 Luglio 2020

    risposta di KARIN SCHENA

    Grazie mille ?

    € 193

    AMICI DELL'AGORDINO

    10 Luglio 2020

    "Grazie a Malvi e Ivano, Nonna Pina, Monica Selle e Figlia, Ulda, Monica Campedel, Antonella Dal Pont, Graziella Ben, Rosella, Alessandra Buttol."

    risposta di KARIN SCHENA

    Grazie a tutti per il vostro prezioso supporto! Agordino sempre nel cuore ❤️

    € 102

    Roberto Chemello

    7 Luglio 2020

    risposta di KARIN SCHENA

    Grazie infinite Roberto! ?

    € 11

    Eddy Vettoretti

    2 Luglio 2020

    "Non ci sono parole!!! Siete grandi!! "

    risposta di KARIN SCHENA

    Grazie mille!!!! ?

    € 121

    Laura Cicabum

    2 Luglio 2020

    "Obiettivo raggiunto! "

    risposta di KARIN SCHENA

    Fantastica, grazie mille Laura ?

Last updates

icon.card icon.card icon.card icon.card icon.card icon.card
Take a step forward
Become a personal fundraiser

Raccolto

€ 3.043

Donatori

62
Terminato
Connect whit
Connect your Strava account to automatically update your page with your fitness activities
Vuoi fare di più? Raccogli fondi anche tu

Raccolto

€ 3.043

DA 62 Donatori

Terminato

Loading…
X

ATTENZIONE